Presentazione del libro del Dott. Heitor Teixeira

Laser na Medicina Libro - Pj magazine

A sei decenni dall’apparizione del Laser vi sono ancora molte argomentazioni da esplorare sulle sue potenzialità, applicazione e efficacia, particolarmente nel campo medico.

Parlare del trattamento Laser partendo dalla sua genesi, attraverso la teoria e diversificazione del suo uso, non si traduce più soltanto nel desiderio di divulgazione di questa tecnologia, ma nello scopo preciso di effettivamente migliorare la qualità del paziente.

Laser na Medicina - PJ magazineIl Dott. Heitor Teixeira, master in Chirurgia Laser presso l’Università di Réus-Tarragona e dottorato in Chirurgia presso l’Università di Santiago de Compostela, oltre essere Membro Fondatore e Consigliere Scientifico di ALTEC – Associazione di Terapia Laser e Tecnologie Relative, è uno dei nomi più rispettati nel campo dei trattamenti Laser per scopi medici.

Con il suo nuovo libro, intitolato “Laser na Medicina”, presentato nella città di Porto, in Portogallo, il 27 ottobre di quest’anno, il Dott. H. Teixeira descrive la tecnologia del Laser come una delle innovazioni di grandissimo rilievo per il trattamento delle più svariate patologie mediche. La presentazione del libro è stata accompagnata da un’introduzione del Prof. D. A. Nascimento dell’IRC dell’Università di Coimbra, e dal Prof. Leonardo Longo di Firenze, altro esperto e autore di un capitolo del libro, oltre che dallo Scrittore Armindo Lima de Carvalho.

Il Dott. H. Teixeira, oltre ad approfondire il tema grazie alla sua vasta e consolidata esperienza, ha riunito otto contributori d’eccellenza: Dott. Mariano Vélez, Dott. Leonardo Longo, Dott. Armando Mansilha, Dott. Joel Souhsa, Prof. Luis G. Arnaut, Prof. Carlos Serpa, Dott.ssa Carolina Cardoso Texeira e Dott. Tiago Guerra e Costa, tutti affermati professionisti che nel libro hanno condiviso la loro esperienza teorica e tecnica nell’uso del Laser.

Nell’ambito dell’evento sono stati premiati con dedica autobiografica personalizzata sul libro medesimo, gli autori ed alcuni pregiati ospiti tra i quali il Dott. Luigi Fossati.
Importante rilevanza nel libro si da all’uso dei trattamenti Laser nel campo di tutte le specialità, discipline della medicina, ed io qui in particolare ho voluto dare prevalenza a quella dell’Odontostomatologia e della Medicina Estetica.

Uso del Laser in chirurgia ortodontica, implantologia e stomatologia

I vantaggi dell’uso del Laser in chirurgia orale sono ormai riconosciuti a livello mondiale. Il suo effetto emostatico permette all’operatore di lavorare in condizioni di perfetta visibilità del campo operatorio, mentre l’effetto battericida garantisce la completa decontaminazione dell’area trattata e quindi riduce sensibilmente i tempi di guarigione.
La precisione del taglio, la velocità di esecuzione, il minor riscaldamento della superficie trattata non richiedono l’uso di anestetici locali, se non in caso di particolare sensibilità da parte del paziente. Non sono necessari punti di sutura.
Queste caratteristiche lo rendono particolarmente adatto ai trattamenti in:

  • pedodonzia;
  • gengivoplasticha;
  • frenectomie e frenotomie;
  • papillectomie e pulpotomie;
  • ascessi (incisioni e drenaggi);
  • laghi venosi;
  • epulidi.

Per combattere piorrea, gengivite espulsiva, parodontite cronica e recessione gengivale, il Laser risulta essere uno strumento efficace e veloce. L’azione decontaminante abbinata alla biostimolazione dei fibroblasti e degli osteoblasti, cura le gengive e l’osso in pochi secondi, riducendo i tempi di guarigione e non richiedendo l’uso di farmaci.

La terapia fotodinamica per il trattamento delle tasche parodontali è particolarmente efficace;
grazie all’utilizzo di uno speciale cromoforo, permette un’ulteriore riduzione della carica batterica residua, aumentando la possibilità di successo anche in casi particolarmente complicati. Inoltre, l’uso del Laser permette la sterilizzazione sia del canale radicolare che degli shunt dentinali in maniera veloce e sicura, oltre a compattare la guttaperca, occludendo il canale in maniera ottimale.

Laser in Medicina Estetica

Con i trattamenti Laser oggi si possono alleggerire le regioni del viso “cadenti” a causa dei piccoli accumuli di grasso che appesantiscono i tratti del viso, in modo semplice e veloce, senza interventi drastici come il lifting chirurgico.

Una nuova procedura di Laser Lifting Interstiziale sfrutta piccole fibre sottili (100-200 micron) che hanno la capacità di “entrare” sotto pelle senza incisioni e luminoso intradermico. Mentre passano nel derma trasmettono energia radiante laser nel vicino infrarosso, ottenendo i seguenti risultati:

  • immediata reazione di skin tightening;
  • correzione dei piccoli cedimenti di viso, collo e braccia;
  • attivazione e neoformazione di collagene;
  • attivazione delle funzioni metaboliche della matrice extracellulare;
  • stimolazione della vascolarizzazione;
  • riduzione della linfa e l’adipe;
  • ristrutturazione della cute.

Contro il crono-aging c’è il nuovo metodo Light Lift, che agisce dall’interno, grazie all’effetto fototermico del laser e ad una microfibra ottica, che penetra sottocute senza alcuna incisione.

Per il trattamento delle adiposità localizzate lo strumento utilizzato è un laser diodico della lunghezza d’onda di 1470 nm. È sufficiente l’introduzione sottocutanea di una microfibra ottica del diametro massimo di 0,1 mm per ottenere il risultato atteso senza l’impiego di cannule metalliche.

Il calore, che viene trasmesso dal laser alla microfibra ottica e di conseguenza al sottocute, provocalo scioglimento dell’accumulo localizzato del grasso, lo skin tightening immediato dell’area trattata e la tonificazione dei tessuti a medio lungo termine, grazie alla sintesi di nuovo collagene. L’area trattata continua a ridefinirsi e migliorare la sua consistenza anche nei mesi successivi iltrattamento.

Utilizzando questa metodologia è possibile eseguire una griglia sottocutanea o dermica profonda
che stimola i tessuti e crea delle linee di temporanea retrazione fibrosa favorendo la ristrutturazione tessutale e la fotobiomodulazione connettivale.

È importante sottolineare che i trattamenti Laser vengono eseguiti in un’unica seduta, ambulatorialmente, senza incisioni o tagli, con i prezzi molto inferiori rispetto agli interventi chirurgiciclassici. Inoltre, i trattamenti vengono fatti solamente in anestesia locale (o assenza di anestesia) e i tempi di recupero post operatori sono minimi o addirittura nulli. Il trattamento Laser non ha controindicazioni particolari e può essere quindi utilizzato anche in combinazione ad altri trattamenti di medicina estetica (es. Filler).

Laser Na Medicina - PJ magazine

Da sinistra: Dott. Heitor Teixeira con la Dott.ssa Carolina Cardoso Texeira con Dott. Leonardo Longo; invito al evento della presentazione del libro; Dott. Luigi Fossati, Dott. Longo e Dott. H. Teixeira; Dott. Longo con Dott.ssa Agnese Cremaschi e Dott. H. Teixeira.

Dott.ssa Agnese Cremaschi

Operation Manager with Data4NHS, Journalist for PJ Magazine to health and wellness, Freelance Entrepreneur, Medical Director – Blue Medical Center, Director of Health Services.