Intervista alla modella Consuelo Paola

Modella Consuelo Paola PJ magazine

Paola Consuelo: “Quando le persone sono nude, non avendo più alcuna maschera, possono esprimere anche senza parlare il loro vero modo di essere.”

Quando hai capito che saresti voluta diventare una modella? Ti ricordi il tuo primo vero shootingfotografico?

Fin da piccola rimanevo incantata a guardare le sfilate di moda e gli abiti che indossavano le modelle. Ho sempre amato il mondo della moda e della fotografia ma non pensavo di diventare una fotomodella visto che ero molto, molto timida.

Il mio primo shooting fotografico fu all’età di 16 anni e ho posato per un’importante agenzia di moda per il mio primo book.

A febbraio hai posato per Playboy: come hai vissuto quest’esperienza?

Credo che sia stata una delle esperienze più belle che ho fatto in ambito professionale. Un obiettivo importante per me dopo 16 anni di lavoro come fotomodella.

Come si svolge uno shooting?

Ci si reca con circa due ore di anticipo dall’inizio effettivo degli scatti. Si va al trucco con il make up artist e poi al parrucco, poi, si scelgono e si provano gli outfit che verranno indossati sul set, mentre il fotografo sul set sistema le luci e fa tutte le prove necessarie insieme agli assistenti. Subito dopo, si passa agli scatti effettivi, di solito, lo shooting dura 2/3 ore intervallate da piccole pause. Tra una pausa e l’altra si valutano gli scatti insieme al fotografo, guardandoli direttamente sulla macchina fotografica o su un pc.

In passato sei stata scelta per il video clip di ‘Come stai’. Com’è avvenuto l’incontro con il mitico Vasco Rossi?

È stato veramente emozionante. Avevo soltanto 25 anni, ma già viaggiavo molto per lavoro. Il videoclip è stato girato a Bologna, città di Vasco… bellissima esperienza, custodisco un ricordo fantastico.

Posi anche senza veli: perché il nudo, nella nostra società, viene ancora percepito come qualcosa di proibito e non naturale, dal tuo punto di vista?

Perché penso che l’Italia non sia per niente un Paese di mentalità aperta, appena si sente la parola ‘nudo’ la si associa subito al ‘porno’… invece credo che quando le persone sono nude, non avendo più alcuna maschera, possono esprimere anche senza parlare il loro vero modo di essere e la loro vera essenza.

Un consiglio onesto che daresti a una ragazza che vuole intraprendere la tua stessa carriera…

Di inseguire il proprio sogno, di studiare bene prima di buttarsi a capofitto: studio di posa fotografica, mantenimento fisico e non farsi scoraggiare dai tanti ‘No’ che potrebbero arrivare. È importante inoltre farsi seguire da un manager o un’agenzia, perché non è un mondo facile dove si incontra sempre bella gente.

Cosa ti colpisce in un uomo…

L’altezza, la simpatia e il carattere.

Che rapporto hai con i social? Sono utili per il tuo lavoro?

Con i social ho un rapporto più di odio che amore… non li amo molto, ma per farmi seguire bene dai miei fans e per avere un rapporto più diretto ho preferito iscrivermi su Twitter, account che utilizzo anche per le battaglie animaliste, visto che mi reputo una grande amante degli animali e odio tutte le forme di violenza verso i nostri cari amici animali.

Tra dieci anni come ti immagini professionalmente e come donna…

Sicuramente avrò finito la carriera di modella… magari selezionerò io le modelle per i vari eventi. Comunque, spero di lavorare anche in altri ambiti visto che sono laureata in psicologia e mi piacerebbe presto intraprendere anche un corso in criminologia. Come donna… la donna di sempre: semplice, altruista e sensibile.

Remo Valitutto
Remo Valitutto è un poeta e scrittore, laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Salerno.
Attualmente collabora per Blasting News Italia. Follia 2.0 (Sacco Arduino, luglio 2016) è il suo primo romanzo in formato cartaceo. Nel 2017 uscirà il secondo, La viziatrice.
TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO? CONDIVIDILO
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+2Pin on Pinterest0Share on LinkedIn6Share on Reddit0Share on StumbleUpon0Email this to someone