Uno studio svedese ha rivelato che i batteristi sono più intelligenti.

batteristi sono più intelligenti pjmagazine

Non ce ne vogliano chitarristi, bassisti o altri musicisti, ma a quanto pare, i batteristi sembrano essere più intelligenti grazie alla loro elevata concezione del ritmo.

Sembra una barzelletta, ma secondo uno studio svedese la questione è seria. Il noto istituto universitario di Stoccolma, l’Università Karolinska, e l’Università di Umea, una delle città più a nord dello stato scandinavo, hanno riscontrato che i batteristi hanno grandi capacità intellettuali, in particolar modo nella risoluzione di problemi. Lo studio, effettuato da un’equipe coordinata dal professor Frederik Ullen, ha analizzato 34 volontari – tra i 19 e i 49 anni senza nessuna esperienza musicale – dove veniva chiesto di ricreare dei ritmi con delle bacchette da batteria. Successivamente, veniva somministrato un test psicosometrico di intelligenza composto da 60 domande. I risultati mostrano che le persone con la miglior nozione ritmica, hanno ottenuto i risultati miglior nel test. In questo modo è stato dimostrato che esiste un legame tra l’intelligenza, la concezione del ritmo e la parte del cervello responsabile della risoluzione dei problemi.

Le persone con i voti più alti nei test d’intelligenza, infatti, sono risultate le più predisposte a mantenere il ritmo. La precisione ritmica osservata nell’attività cerebrale, mentre una persona mantiene un certo ritmo con la batteria, risulta essere importante anche per le capacità di risolvere i problemi. Capacità misurata attraverso i test d’intelligenza.

Il fatto che suonare gli strumenti agevoli lo sviluppo delle capacità cerebrali, sembra essere provato da altri studi. Già alcune ricerche dell’Università di Harvard hanno provato che imparare a suonare uno strumento da bambini, favorisce lo sviluppo della creatività e aumenta il bagaglio culturale di chi la studia.

Quindi, lo studio del pianoforte o di altri strumenti classici, non renderà più intelligenti… ma diventare batteristi potrebbe aiutare ad affrontare i problemi quotidiani più semplicemente.

Antonio Marino

PJ magazine
OnLine free-press, nato da l’ esigenza di dare una risposta vicina ai bisogni di chi lo legge e cercare di mettere in contatto piccole e medie imprese, specialisti del settore sociologico, medico-sanitario del nostro territorio con il pubblico, offrendo un servizio chiaro e completo.
TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO? CONDIVIDILO
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+53Pin on Pinterest3Share on LinkedIn20Share on Reddit0Share on StumbleUpon2Email this to someone